Come preparare i pennini nuovi: rimuovere la lacca protettiva

5 metodi per eliminare la lacca protettiva dai tuoi nuovi pennini calligrafici

Uno dei primi problemi che potresti incontrare avvicinandoti alla calligrafia è che dopo aver acquistato i migliori pennini e il migliore materiale suggerito, inizi ad esercitarti e l’inchiostro non si attacca al pennino, fa fatica a scorrere o addirittura non scorre per niente!

Questo perché i pennini vengono venduti ricoperti da uno strato di gommalacca, una vernice protettiva che va tolta per fare in modo che l’inchiostro riesca a scorrere agevolmente.

Ci sono vari metodi per rimuovere questo strato protettivo e preparare i nostri nuovi pennini per la scrittura: te ne elenco alcuni. Ti faccio notare che ci sono alcuni metodi più indicati per la punta tronca (fiamma) e altri più indicati per la punta sottile (saliva)!

Come preparare i pennini nuovi:

  1. Passa la punta del pennino su una fiamma (es. accendino o fiammifero) per non più di 1 secondo. Il calore della fiamma scioglierà lo strato di gommalacca. Questo metodo è indicato per i pennini a punta tronca e sconsigliato invece per la punta sottile.
  2. Pulisci la punta del tuo pennino con uno straccio bagnato con un po’ di saliva: questa ti aiuterà a togliere la lacca protettiva! Questo metodo è sicuramente il più indicato per i pennini a punta sottile, ed è facile, economico (anzi, direi a costo zero ?) e veloce!
  3. Pulisci il pennino con l’acetone (sì quello per levare lo smalto!). Con uno straccio leggermente imbevuto di acetone, riuscirai a togliere facilmente ogni residuo di cera dalla punta del tuo pennino! Questo metodo è sicuramente comodo da utilizzare in casa, ma un po’ più scomodo se ci troviamo ad un workshop o comunque fuori casa.
  4. Procurati due tazze: una con acqua bollente e l’altra con acqua fredda. Immergi il tuo pennino (montato sulla cannuccia, per non bruciarti le mani!) prima per qualche secondo in acqua calda, e poi in acqua fredda, agitandolo. Ripeti questa operazione per 4 o 5 volte e ricordati poi di asciugare con cura il pennino.
  5. Infine, ti svelo un metodo un po’ strano, che funziona ma che rischia di rovinare il pennino se fatto con poca attenzione: prova ad infila la punta del pennino in una patata (cruda) e lasciarlo lì circa 10 minuti! Toglilo poi delicatamente e asciugalo con cura. Sì, sembra assurdo ma la gomma protettiva sparisce e il vantaggio è che puoi infilare più pennini alla volta e ottimizzare i tempi! Puoi riutilizzare la stessa patata per alcune settimane; fai solo attenzione a non fare troppa pressione infilando il pennino, c’è il rischio di rovinare la punta!

Bene, adesso sei pronto per i primi esercizi con il tuo pennino nuovo! Se ti può interessare, ho preparato un post con una piccola checklist per preparare al meglio lo spazio di lavoro, prima di iniziare una sessione di Calligrafia! Lo puoi trovare qui!

3 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like